MANDARIN CAPITAL PARTNERS II ACQUISISCE LA BOLOGNESE FB GROUP

Grazie all’aggregazione con Tieffe Spa (Pavia), il fondo di private equity dà vita al principale polo europeo nella produzione di raccordi oleodinamici.

Bologna, 3.8.2015 _ Hydro Holding S.p.A., società-veicolo controllata dal Fondo di private equity Mandarin Capital Partners II, ha sottoscritto, in data 30 luglio, un contratto preliminare per l’acquisto dalla famiglia Facondini dell’intero capitale sociale di FB Hydraulic S.r.l., azienda emiliana con sede a Castello D’Argile (Bologna) attiva nella produzione di raccordi oleodinamici. 

Al closing, previsto entro il mese di settembre 2015, entreranno nella compagine azionaria di Hydro Holding il Fondo Atlante Private Equity gestito da IMI Fondi Chiusi S.g.r. (con una quota del 20% circa) e la stessa famiglia Facondini.

Sotto Hydro Holding S.p.A., che aveva rilevato a gennaio di quest’anno l’intero capitale di Tieffe S.p.A., con sede a Pavia, concorrente di FB Hydraulic S.r.l., si viene così a costituire, con oltre 40 milioni di fatturato,  il maggiore polo europeo indipendente nel segmento dei raccordi per circuiti oleodinamici. Quote significative della Holding sono detenute dalle famiglie Vaghi e Calanchi, fondatori di Tieffe.

Il Gruppo, che sarà amministrato da Tony Vaghi, Giovanni Vaghi e Davide Facondini, intende perseguire un progetto strategico di crescita e internazionalizzazione, anche per linee esterne. A tal proposito, un ruolo importante è ricoperto da Nicola Carminucci (in passato manager nel gruppo Interpump Hydraulics) azionista e consigliere con delega allo sviluppo internazionale e alla crescita per linee esterne del Gruppo. Congiuntamente a quest’ultimo, ha investito anche RCP Uno, società che fa capo a Route Capital Partners, società di investimento di Milano fondata da Marco Ferrara (ex socio di Value Partners), Carminucci e Giuseppe Altieri.

Il processo di vendita è stato gestito da Deloitte Financial Advisory (dott. Lorenzo Parrini e dott. Lorenzo Flamini) in qualità di advisor finanziario.

Per la realizzazione dell’operazione, Hydro Holding è stata assistita dallo Studio LMCR (avvocati Roberto Rio, Elmar Zwick e Leopoldo Giannini) per i profili legali, da Deloitte Transaction Services (Andrea Casella e Marco Loda) per la due diligence finanziaria e da Deloitte Studio Tributario (Francesco Saltarelli e Valentina Santini) per gli aspetti fiscali.

La famiglia Facondini si è avvalsa della consulenza legale dello Studio Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners (avvocati Federico Dettori e Matteo Canonico) e di CST Professionisti Associati (rag. Carlo Stanzani) per gli aspetti fiscali. Il fondo Atlante è stato assistito dallo studio legale Gitti Raynaud and Partners (avvocati Vincenzo Giannantonio e Giacomo Pansolli).

Mandarin Capital Partners II (MCP II) è un Fondo di private equity che crea collegamenti tra medie aziende europee e partner commerciali ed industriali asiatiche.

Il Fondo supporta le aziende in portafoglio nei processi di crescita e internazionalizzazione. Il team europeo (con base a Milano e Francoforte) e il team asiatico (con sede a Shanghai) lavorano in modo integrato al fine di apportare valore alle aziende in portafoglio.

MCP II ha realizzato ad oggi 2 investimenti e ne sta finalizzando altri due,  mentre il primo Fondo gestito dal team Mandarin Capital Partners ha completato 10 operazioni, 7 delle quali disinvestite, tutte con profitto.

COMUNICATO STAMPA

 

MANDARIN CAPITAL PARTNERS ENTRA NEL GRUPPO TIEFFE SPA

L’acquisizione è volta a supportare un progetto di crescita e internazionalizzazione del Gruppo, con particolare riferimento al mercato asiatico nella cui direzione Mandarin Capital Partners rappresenterà una importante “linea di comunicazione”.

 

Milano, 22 dicembre 2014 _ Mandarin Capital Partners ha sottoscritto nei giorni scorsi un contratto preliminare per l’acquisto di una quota di maggioranza nel capitale sociale di Tieffe S.p.A., azienda tra i leader europei nella produzione di raccordi oleodinamici, dal fondo CN2 gestito da Opera SGR.  Il closing è previsto entro il mese di gennaio 2015.

Tra i venditori figurano anche la famiglia Vaghi e Gennaro Calanchi (fondatori) che, insieme ad  altri investitori privati, reinvestiranno con una quota di minoranza nella società. L’acquisizione è volta a supportare un progetto di crescita e internazionalizzazione del Gruppo, anche per linee esterne.

La società continuerà ad essere amministrata da Luigi Antonio Vaghi, in qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione, e da Giovanni Vaghi, in qualità di Amministratore Delegato. Inoltre, Nicola Carminucci (in passato manager nel gruppo Interpump Hydraulics) farà il suo ingresso nel consiglio di amministrazione e nell’azionariato di Tieffe, al fine di supportare lo sviluppo internazionale e la crescita per linee esterne del Gruppo.

<Il passaggio al fondo Mandarin Capital Partners II _ sottolineano Luigi Antonio Vaghi e Giovanni Vaghi _ è finalizzato allo sviluppo di Tieffe Spa verso nuovi mercati, con particolare riferimento a quello asiatico nella cui direzione il nuovo partner rappresenterà una importante “linea di comunicazione”. Questa operazione consente a Tieffe di ampliare le proprie prospettive, con  obiettivi di crescita in termini geografici, industriali, economici e di competitività>.

Osserva Enrico Ricotta, managing partnerdi Mandarin Capital Partners: <Siamo molto soddisfatti di questa operazione, che rappresenta il secondo investimento del fondo Mandarin Capital Partners II dopo poco più di un anno dalla partenza. Tieffe Spa è una tipica eccellenza industriale italiana e siamo orgogliosi di poter supportare Tony e Gianni Vaghi in un percorso di crescita che, in linea con la investment strategy di Mandarin, guarderà con interesse anche al mercato cinese>.

Aggiunge infine Michele Russo, Amministratore Delegato di Opera SGR: “Ringraziamo Tony e Gianni Vaghi per il lavoro svolto insieme e ci congratuliamo con loro per l’importante sviluppo dell’Azienda durante il periodo in cui siamo stati azionisti di maggioranza. Auguriamo a loro e a Mandarin Capital Partners di saper vincere anche la nuova sfida di un ulteriore salto di qualità e di espansione su mercati sempre più globali>.

Nell’esercizio 2013, il Gruppo Tieffe ha realizzato ricavi consolidati da vendite nel core business per euro 23,5 milioni, con un EBITDA del 20% circa.

Per la realizzazione dell’operazione, Mandarin è stata assistita dallo Studio LMCR (avv.ti Roberto Rio, Elmar Zwick e Leopoldo Giannini) per i profili legali, da Deloitte Transaction Services (Andrea Casella e Marco Loda) per la due diligence finanziaria e da Deloitte Studio Tributario (Francesco Saltarelli e Valentina Santini) per gli aspetti fiscali, mentre Roland Berger ha curato la business due diligence.

I soci fondatori sono stati assistiti dallo Studio Rödl & Partners (avvocati Daniele Bonvicini e Riccardo Sismondi) per i profili legali e dallo Studio Rutigliano Tiezzi Zucca (Lorenzo Rutigliano) per i profili fiscali. 

Opera si è avvalsa dell’assistenza legale dello Studio NCTM (avvocati Paolo Montironi, Monica Montironi e Massimo Castiglioni).

Last week, the European private equity fund MCP II acquired control of ICF’s capital. Thanks to MCP II’s involvement, ICF is now aiming for new development opportunities in the quality footwear components industry through investments and new acquisitions, especially in Asia, in order to continue the growth trend seen over the past few years. It is the first acquisition of MCP’s newly launched fund.

Marcallo con Casone, July 16, 2014
– Milan-based ICF, S.p.A, leader in adhesives and special textiles for the footwear industry, opened its shares to MCP II, the most experienced European private equity fund focused on the Europe-to-China axis. MCP II, together with Private Equity Partners, CEO Guido Cami, and other co-investors will acquire control of the company, realizing MCP II’s first transaction. Their development plan will be directed at continual business growth via both new acquisitions and their presence in international markets, particularly China.
 
Over the last few years, ICF has successfully undertaken an expansion path overseas, which has resulted in the acquisition of diverse, strategically important clients with the objective of creating value and strengthening their industrial and business positioning.
 
ICF’s revenues will exceed 60 million euro in turnover in 2014.  MCP’s admittance as an ICF shareholder will allow the company to accelerate their growth over the coming years, focusing mainly on international markets, particularly Asia where it can count on MCP’s support and extensive network.
 
Today, ICF is a primary global producer in the adhesives and special footwear textiles sectors, as well as the upholstered furniture sector. The group, managed firmly by CEO Guido Cami, with a high-efficiency plant in Marcallo con Casone near Milan, Italy, and a commercial affiliate in Mexico for the LATAM market, guarantees a widespread presence and the ability to act promptly in international markets, and the capability of operating flexibly and providing superior service to clients.
 
***
 
Mandarin Capital Partners
Mandarin Capital Partners is a European private equity fund helping its portfolio companies to grow internationally and to access the Chinese market.  Intesa Sanpaolo, Italy’s second largest banking group is among its principle investors, as well as a diverse range of Italian and international entrepreneurial and financial organizations.
With MCP I having done 10 investments since 2008, this is MCP II’s first transaction while it is still in its fundraising stage.
Mandarin CP